Saluto del nuovo Dirigente Scolastico prof. Donato Romano al primo collegio dei docenti

Nell’assumere il mio nuovo incarico desidero rivolgere un cordiale saluto ai docenti, al Direttore dei Servizi Generali Amministrativi, al personale ATA e, modo indiretto, agli alunni, alle loro famiglie, all’intera comunità scolastica di cui sono parte integrante anche tutti i membri del Consiglio d’Istituto, le Organizzazioni sindacali, gli interlocutori delle differenti realtà istituzionali, culturali e sociali del territorio che collaborano con la scuola per contribuire al suo funzionamento e al successo educativo e formativo.

Assumo il ruolo di Dirigente scolastico con emozione, entusiasmo e senso di responsabilità, pronto a cogliere una sfida avvincente, insieme a tutti voi. Sono onorato e, nello stesso tempo, sento una forte responsabilità nell’assumere la dirigenza del “Filelfo”, istituto che vanta una tradizione consolidata e che, nonostante le difficoltà e i disagi causati dal sisma del 2016 che ha messo in ginocchio un territorio dinamico e operoso, ha mostrato, grazie anche al lavoro e alla tenacia di chi mi ha preceduto, di saper reagire unito e di avere uno sguardo rivolto al futuro. Farò tutto ciò che rientra nelle mie possibilità per mantenere e sviluppare il prestigio della nostra scuola.

Comincia dunque per me una nuova storia, in un’atmosfera che deve, necessariamente, mettere in luce la volontà di affrontare i problemi quotidiani per tentare di risolverli nella consapevolezza, tuttavia, che esistono vincoli ed ostacoli, soprattutto di natura logistica e strutturale, solo parzialmente superabili.

Comincia quindi una nuova avventura che mi ha portato in una regione bellissima, le Marche, e in una città ricca di storia e di cultura come Tolentino ma lontano dalla mia terra, dalla mia famiglia e dagli affetti. Mi auguro di trovare in questa comunità scolastica educante la mia seconda casa.

In occasione di questo primo collegio desidero porgere al corpo docente e al personale che lo affianca, i migliori auguri affinché il percorso didattico e formativo a cui tutti insieme siamo chiamati a concorrere possa essere portato avanti con reciproco impegno e soddisfazione, nonostante tutte le difficoltà che si potranno incontrare in tale percorso.  Garantire l’ascolto, la partecipazione a tutti i livelli sarà il mio personale impegno e la cifra distintiva nel mio stile di lavoro.

Nel rinnovare i saluti a tutti, e l’augurio di un buon anno scolastico, ringrazio il Dirigente Scolastico uscente, prof.ssa Santa Zenobi, per l’egregio lavoro svolto durante questi anni e per la disponibilità e cordialità con cui mi ha accolto sin dal primo giorno.

Il mio lavoro si inserirà nel solco tracciato dalla collega e da quanti hanno contribuito in modo decisivo alla crescita di questa scuola, nonostante tutto. Alla prof.ssa Zenobi,  che lascia la sua esperienza nella scuola per il meritato tempo della pensione, porgo un sentito ringraziamento per quanto realizzato fino ad ora, con l’augurio di un avvenire sereno e ricco di nuove significative esperienze.

Immagino una scuola che sappia valorizzare i talenti e le eccellenze e sappia dare opportunità a livello di curricolo e di progettualità a tutte e a tutti; immagino una scuola capace di mettersi in ascolto attivo delle studentesse e degli studenti per rilevare al meglio i loro bisogni formativi e rafforzare il loro protagonismo oltre che il loro senso di appartenenza all’istituto Filelfo e al territorio.

Immagino una scuola inclusiva per tutti gli alunni. Oggi, infatti, la più grande sfida della scuola è quella di garantire a tutti una didattica universale, plurale, accessibile, capace di valorizzare le differenze e i punti di forza di ogni singolo componente del gruppo classe. Una scuola capace, quindi, di garantire percorsi multipli e differenti possibilità di espressione. Da anni, ormai, si avverte sempre più il bisogno di realizzare dei percorsi di educazione alle emozioni ed al lavoro cooperativo, di sensibilizzazione e formazione alla conoscenza, al rispetto ed alla valorizzazione di tutte le diversità individuali, dedicati non solo agli alunni ma anche ai loro genitori e familiari.

La scuola dovrà promuovere e sostenere lo sviluppo di quelle competenze necessarie come la capacità di gestire la complessità e l’ambiguità, il ragionamento argomentativo (non solo “come” fare, ma “perché” fare), la resilienza, il trovare l’equilibrio tra interessi spesso contrapposti, la mediazione. Come scrive Martin Mulder “Molti dicono di voler preparare gli studenti a gestire il cambiamento in un mondo che cambia velocemente, ma non basta: i giovani devono prepararsi a trasformare la realtà, per costruire il loro futuro”.

Il Filelfo, nel perseguire il suo impegno educativo-formativo e di orientamento e prevenzione, dovrà essere un punto di riferimento per il territorio, operando in sinergia con enti e istituzioni pubbliche e private.

L’organizzazione scolastica che il sottoscritto coordinerà e guiderà nel prossimo triennio dovrà essere capace di ottimizzare le proprie risorse e le capacità di tutti i componenti la comunità scolastica per migliorare la qualità del servizio e fornire alle studentesse e agli studenti gli strumenti per comprendere la complessità e immaginare il proprio futuro.

Sono certo che ognuno, secondo il proprio ruolo e in base alle proprie competenze, non farà mancare la propria collaborazione e il proprio contributo.

Auguro un proficuo e significativo anno scolastico a tutta la comunità che saluto cordialmente.

Prof. Donato Romano